Les formations en langues avec Linguapolis : la rigueur germanique, le service à l'americaine, et la French Touch en plus !  

Qualité

Come scegliere il proprio centro di formazione ?

comment-choisir-son-organisme-de-formationSe desiderate iscrivere voi stessi o uno dei vostri dipendenti  a una formazione linguistica, quali sono i criteri da seguire per scegliere il centro di formazione più adatto tra tutti quelli presenti sul mercato ? Le tariffe convenienti sono spesso il primo elemento, ma altri fattori devono essere presi in considerazione  per fare la scelta migliore ed evitare sgradevoli sorprese.
  • Dichiarazione di attività: Innanzi tutto, al fine di ottenere che un ente statale si faccia carico delle spese da voi sostenute, il centro di formazione deve possedere un numero di « dichiarazione di attività »  ed essere iscritto all’ufficio della direzione del lavoro della vostra regione. Attenzione però, tale numero non rappresenta un’abilitazione da parte delle autorità statali, ma semplicemente una formalità burocratica obbligatoria per la formazione continua. Si tratta quindi di una caratteristica che non deve essere usata dal centro di formazione come una garanzia della qualità dell’insegnamento, ma di una condizione basilare necessaria a richiedere il finanziamento da parte degli enti statali !
  • Particolare attenzione alle vostre esigenze : Il servizio informazioni e quello commerciale sono il riflesso dello spirito che anima il  centro di formazione. Al momento del vostro arrivo come siete stati accolti ? Avete ottenuto risposte professionali in tempi brevi ? Le vostre richieste sono state realmente ascoltate ? Le risposte sono state soddisfacenti ? Avete ricevuto  una proposta standard o personalizzata, adatta alla vostra situazione ? Che tipi di corsi vi sono stati proposti ? Sono realmente adatti alla vostra situazione e alle vostre esigenze ?
  • Test di livello : Vi hanno chiesto quale fosse il vostro livello iniziale o proposto di fare un test per stabilirlo ?
  • Durata dei corsi : Vi sono stati proposti corsi di una durata troppo elevata (80 ore o oltre) ? Oppure un primo modulo di 40 ore da rinnovare in seguito in funzione della vostra motivazione, impegni di lavoro … e della vostra soddisfazione alla fine del primo corso ?
  • Qual è il profilo dei formatori ? Qual è la loro esperienza ? Il loro percorso professionale è basato esclusivamente sull’insegnamento o conoscono il mondo aziendale e il suo funzionamento ? Sapete chi sarà il vostro formatore ?
  • Ritmo : Generalmente, al di fuori di progetti specifici a breve termine, per imparare una nuova lingua è necessario un certo lasso di tempo poiché il cervello ha bisogno di ripetizioni costanti per una migliore assimilazione. È meglio quindi seguire una o due lezioni alla settimana per un periodo variabile di 15 o 20 settimane piuttosto che dei corsi detti « intensivi » che prevedono lezioni quotidiane di 4 o 6 ore per un periodo di una o due settimane ! I corsi di più lunga durata permettono inoltre di mettere in applicazione le vostre nuove conoscenze tra una lezione e l’altra e ritornare dal formatore ponendogli domande concrete e spiegandogli i problemi che avete incontrato …
  • Tariffe : Prestate una particolare attenzione alle proposte che includono nelle ore di formazione uno studio personale a casa. Come indica il nome l’impegno personale al di fuori della formazione non può né deve essere fatturato ! Tale atteggiamento è volto a farvi credere  che la tariffa oraria proposta sia imbattibile !
  • Garanzie : Prestate attenzione inoltre alle promesse irrealiste : nessun centro di formazione degno di questo nome può garantirvi di ottenere alla fine del corso un livello ben definito. Troppi parametri possono variare, parametri che dipendono in gran parte dallo studente stesso, dal suo impegno durante la formazione, dal tempo che può dedicarle, dalle sue difficoltà …
  • Certificazione di qualità :  a partire dal 1 gennaio 2017 i finanziatori della formazione devono assicurarsi che vengano rispettati un certo numero di criteri di qualità (decreto 2015-790 del 30 giugno 2015). L’organismo scelto risponde ai criteri stabiliti dal decreto ?