Les formations en langues avec Linguapolis : la rigueur germanique, le service à l'americaine, et la French Touch en plus !  

Qualité

Esigenze di qualità definite dalla legge

Tra gli oltre 60.000 organismi di formazione dichiarati in Francia, come fare la propria scelta ? Come sapere quali sono i migliori e quelli meno validi ? A chi poter dare fiducia ?

In quest’ottica la legge del 5 marzo 2014 affida a tutti i finanziatori della formazione professionale (OPCA, OPACIF, FONGECIF, Stato, Regioni, Agenzia per l’impiego e Agefiph) la responsabilità del controllo della qualità degli organismi di formazione con cui lavora per migliorarne la trasparenza dell’offerta e favorire un progressivo sviluppo della qualità delle loro azioni professionali.

Il decreto n. 2015-790 del 30 giugno 2015 stabilisce i criteri che sono entrati in vigore il 1 gennaio 2017 e che permettono ai finanziatori di esercitare la loro missione.

Sono stati valutati sei criteri :

  • L’individuazione precisa degli obiettivi della formazione e l’adattamento di quest’ultima al pubblico a cui è destinata
  • L’adattamento dei dispositivi di accoglienza, di assistenza didattica e di valutazione degli stagisti
  • L’adeguamento dei supporti didattici, tecnici e logistici all’offerta di formazione
  • La qualifica professionale e la formazione continua del personale incaricato della formazione
  • Le condizioni di informazione del pubblico sull’offerta di formazione, i tempi di attesa e i risultati ottenuti
  • L’attenzione data ai giudizi resi dagli stagisti

A tale scopo gli enti finanziatori hanno definito insieme 21 indicatori all’interno di una base dati unica chiamataDATA DOCK. Gli organismi di formazione devono completare i 21 indicatori e fornire prove valide di quanto asserito per poter ottenere l’avvallo dell’ente finanziatore. Qualsiasi organismo di formazione il cui nome non si trovi all’interno di questa base non potrà più ottenere il finanziamento dei propri corsi nell’ambito della formazione professionale continua.

Gli enti finanziatori devono inoltre controllare l’adeguamento delle tariffe delle prestazioni acquistate e di quelle praticate per prestazioni analoghe.

A partire dal 1 gennaio devono inoltre pubblicare sui loro siti la lista degli organismi di formazione repertoriati nel DATA DOCK e con cui lavorano.

In logico proseguimento degli impegni presi nella sua carta Qualità e nell’ambito della certificazione OPQF del novembre 2015 LINGUAPOLIS è repertoriata all’interno del DATA DOCK dal 17 febbraio 2017 e può dunque essere repertoriata da tutti gli OPCA.